Ladro di razza

Ladro di razza

Ladro di razzaLadro di razza, di Gianni Clementi, andrà in scena al Teatro Ambasciatori da mercoledì 22 a domenica 26 aprile nell’ambito della stagione del Teatro Brancati. Interpretato da Massimo Dapporto, Susanna Marcomeni e Blas Roca Rey, la regia è di Marco Mattolini.

Nella Roma del 1943 si incrociano un ladro e truffatore di modesto livello in fuga da un usuraio, Tito, l’amico d’infanzia Oreste e la ricca zitella ebrea Rachele. Nella donna, che vive da sola in un appartamento del ghetto, Tito individua la vittima da derubare per poter poi saldare il debito con il cravattaro che lo perseguita. Quando tutto è pronto per la truffa, il 16 ottobre 1943, i nazisti iniziano il rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma. “Il piccolo uomo Tito, opportunista e vigliacco, catapultato di colpo in un episodio storico dirompente, scoprirà in sé un inaspettato coraggio che gli consentirà un grande riscatto”, scrive Gianni Clementi.

Ladro di razza è ispirato alla tradizione del cinema neorealista. “Momenti di trascinante comicità si alternano a parentesi di riflessione e commozione, regalando allo spettatore tre personaggi da ricordare. Tito, Oreste e Rachele, infatti, protagonisti di questa piccola, minuscola e, per certi versi, ridicola storia diventano il tramite per raccontare un’Italia in guerra, una Roma allo stremo, ma ancora capace di sussulti d’orgoglio”, afferma Clementi.

1 Risposta

  1. Paola Anna Maria Sozzani

    In merito alla programmazione dello spettacolo “Ladro di razza” di Gianni Clementi, desidero raccontare la mia esperienza personale ai lettori della Vostra web.
    A fine marzo ho finalmente avuto la possibilità di vedere dal vivo Massimo Dapporto al Teatro San Babila di Milano. Ho assistito tre volte alla rappresentazione della pièce che ho apprezzato moltissimo sia per il testo davvero divertente, con molti spunti di riflessione e una scena finale commovente e indimenticabile, interpretata in modo magistrale da Massimo Dapporto, il mio Mito Eterno che seguo con grandissima stima ed affetto da oltre vent’anni!
    Sicuramente è stata una scelta molto indovinata da parte mia assistere tre volte allo spettacolo, se tornassi indietro non esiterei a ripeterla!
    È una gioia per gli occhi e per il cuore veder recitare Massimo Dapporto dal vivo sul palcoscenico! Ogni volta supera sé stesso! E’ stato un onore averlo avuto a Milano e spero ritorni prestissimo con altri lavori.
    “Ladro di razza” è stato un lavoro perfetto che mi ha conquistata dai primi dialoghi!
    I tre attori presenti sul palco, Massimo Dapporto, Blas Roca Rey e Susanna Marcomeni impeccabili nella recitazione e persone bellissime fuori, nel momento in cui ho avuto il piacere di conoscerli: molto disponibili, umili e vicini ai loro fans.